Osvaldo, rabbia contro Caressa: "Stia zitto, mangia grazie a noi"

I Mondiali 2014 sono partiti subito con grandi polemiche: il Brasile padrone di casa ha battuto in rimonta la Croazia grazie ad un rigore inventato dall’arbitro Nishimura, che si è fatto ingannare da una sceneggiata di Fred. Neymar ha trasformato il penalty siglando la sua prima doppietta al Mondiale e scatenando letteralmente i tifosi verdeoro. Ovviamente, in TV e sui social network è subito partita la polemica: sono in molti tra giornalisti e addetti ai lavori, ad essere convinti che il Brasile continuerà ad avere aiutini.

Serpeggia il sospetto, infatti, che in un momento molto delicato per il Brasile, attraversato da focolai di proteste un po’ ovunque per la forte crisi, si tenti di arginare la rabbia con un successo sportivo planetario. I Mondiali sono costati tanti soldi pubblici, che la gente sperava fossero investiti per migliorare scuole, trasporti e altri servizi basilari per i cittadini. Nazionale verdeoro favorita? Parla addirittura di farsa l’attaccante italo-argentino Pablo Daniel Osvaldo, quest’anno in prestito alla Juventus e grande escluso dal CT Cesare Prandelli.

"Contento di non fare parte di questa farsa", ha twittato Osvaldo in tempo reale dopo il rigore del 2-1 concesso al Brasile. Pochi minuti ed è arrivata la replica di Fabio Caressa in diretta TV su Sky:

"Osvaldo non perde mai l’occasione per dire sciocchezze - le parole del giornalista - , negli ultimi anni ha sempre fatto così. Anche questa volta non si è risparmiato".

Osvaldo-tweet-caressa

Non è chiaro se tra Osvaldo e Caressa ci siano dei livori pregressi o se al giornalista, tifoso della Roma, bruci ancora il gol siglato dall’italo-argentino in qualità di ex allo stadio Olimpico durante l’ultimo confronto con la Juve di qualche settimana fa. Dalle parole di Caressa traspare la possibilità che nel tweet di Osvaldo ci fosse della rabbia per non essere stato convocato dall’Italia. Sta di fatto che l’attaccante, rientrato al Southampton proprietario del cartellino, non ha perso tempo e ha replicato ancora una volta su Twitter:

"Il signor Caressa dovrebbe smetterla di parlar male dei calciatori visto che mangia e vive grazie a noi. Che poi il mio Twitt era riferito al rig inesistente che hanno dato al Brasile e non c'entra nulla con l'Italia che spero vinca il Mondiale!".

Nessun livore, dunque, da parte di Osvaldo nei confronti di Prandelli e dell’Italia: l’esclusione dai 23 che sono partiti per il Brasile è stata una delusione, ma l’ex Roma e Fiorentina conferma che farà il tifo per l’Italia.

  • shares
  • Mail