Figc, Tavecchio: “Mancini o Mourinho il CT ideale”

Carlo Tavecchio parla già da nuovo presidente federale e indica due nomi graditi per la panchina della nazionale italiana

Carlo Tavecchio, 71 anni, è il maggiore indiziato a diventare il prossimo presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, dopo le dimissioni di Giancarlo Abete. La federcalcio deve raccogliere i cocci di un’esperienza mondiale disastrosa e ripartire praticamente da zero, programmando i prossimi due anni e la scalata ai prossimi europei di calcio. Il dibattito in Italia è accesissimo e in vista del prossimo consiglio federale, si preannunciano due fazioni contrapposte: Andrea Agnelli, presidente della Juventus, è il più attivo nel cercare di scongiurare la nomina di Tavecchio, sponsorizzando la candidatura di un giovane, Demetrio Albertini e Gianluca Vialli su tutti.
Intanto, oggi Tavecchio è stato ospite della trasmissione ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 2: è stata l’occasione, per il principale candidato alla guida del “nuovo” calcio italiano, per esporre quelle che sono le sue idee sulla programmazione che dovrà darsi la Figc.

“La Federazione deve avere una cantera federale per i tecnici, poi che ci sia un grande tecnico che avvii questo processo va bene: può esser Mancini oppure Mourihno”.

Ex esponente di spicco della DC e grande tifoso dell’Inter, Tavecchio indica quelli che secondo lui sarebbero i candidati ideali alla guida della nazionale italiana. Non è un caso, lo ammette, che entrambi siano ex tecnici della sua squadra del cuore, ma c’è da fare i conti con ingaggi faraonici. Probabile che alla fine Mancini accetti una decurtazione dello stipendio, ma quanto a Mourinho le speranza sono praticamente vane:

“Mourinho guadagna troppo? No, quando tu gli dai in mano una federazione come la nostra – ci scherza un po’ su – , lui deve venire anche gratis. Il mio preferito? Se parlo col cuore, da interista, dico Mancini. Perché nei momenti delicati ha sempre fatto bene”.

A quanto pare, dunque, Roberto Mancini, appena svincolatosi dal Galatasaray (al suo posto è stato ingaggiato, ironia della sorte, l’ex ct azzurro Cesare Prandelli), rimane il candidato numero uno alla guida della Figc. Il diretto interessato ha detto di essere pronto a valutare un’eventuale chiamata azzurra, Tavecchio ha lasciato intendere che se sarà eletto nuovo presidente federale, lo convocherà. A meno di sorprese, dunque, la situazione si sta chiaramente delineando.

I Video di Blogo

Video, Olbia-Monza, Berlusconi ai tifosi: “Scusate, vi devo salutare perché devo andare a [email protected]

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →