Messi: insulti e sputi dai tifosi del River in aeroporto

Lionel Messi si è visto rovinare la festa per la conquista del Mondiale per club. In finale, il suo Barcellona ha sconfitto con un secco 3-0 il River Plate, ma prima di riprendere l’aereo per lasciare Tokyo, il campione argentino ha avuto un incontro ravvicinato con i tifosi avversari. Pare addirittura che alcuni sostenitori dei Millonarios siano venuti ad un contatto fisico con Messi, che non se ne sarebbe stato con le mani in tasca.

Mentre il Barcellona stava per salire sul volo che avrebbe riportato la ‘Pulce’ e soci in Europa, un gruppo di tifosi avversari presenti all’aeroporto internazionale di Narita (Tokyo) si sono avvicinati minacciosamente al campione argentino, iniziando ad insultarlo pesantemente. E non è tutto, perché uno dei tifosi Millonarios lo avrebbe anche spintonato e fatto oggetto di sputi. Solo l’intervento del tecnico Luis Enrique e di Mascherano avrebbero evitato la rissa, perché Messi pare avesse subito reagito. Lo stesso Mascherano, ex River Plate, sarebbe stato preso di mira dai tifosi per aver “sputato nel piatto in cui aveva mangiato”.

Una volta messo a conoscenza dell’accaduto, il presidente del River Plate D’Onofrio ha subito porto le proprie scuse a Messi e al Barcellona:

"Fra tanta gente c'è sempre uno stupido. Messi è un signore, dopo il gol ha alzato la mano quasi a chiedere scusa, e mi ha raccontato di essere stato vicino a giocare per il River Plate. Mascherano? Ci ho parlato e ho provato a 'sedurlo' perché torni a giocare da noi".

Lionel Messi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail