L’allenatore del Tottenham Antonio Conte ha enunciato perché ha accettato di allenare il Tottenham menzionando tutte le difficoltà che sta trovando.

Lunga intervista di Sky Sport ad Antonio Conte che parla della sua nuova avventura londinese. “Quando sei al di fuori non puoi mai fare delle valutazioni esatte. Poi subentrare ad anno in corso non è mai semplice. L’ho fatto solo una volta e mi ero ripromesso di non farlo più. Poi c’è la voglia, il desiderio di mettersi sempre in discussione anche in situazioni molto difficili come poteva essere questa del Tottenham, perché sono tanti anni che il Tottenham è nel mezzo della classifica. Però questo non mi ha spaventato; ho intravisto delle situazioni che potevano essere sviluppate. Poi quando entri dentro la situazione capisci meglio tutte le difficoltà”.

Harry Kane
Harry Kane

“A gennaio ad esempio sono andati via quattro giocatori importanti per il Tottenham e ne sono arrivati due. Quindi, anche numericamente, invece di rinforzarti potresti esserti sulla carta indebolito. Poi sono state fatte delle precise scelte, per tanti motivi. Però. Sicuramente. non mi sarei mai aspettato che a gennaio 4 giocatori che comunque consideravo importanti cambiassero casacca. Questo dimostra la difficoltà. Il Tottenham fra estate e gennaio ha cambiato 8 giocatori”. 

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 17-02-2022


Sarri: “In attacco senza Immobile ci arrangeremo, il Porto è molto forte”

Felipe Anderson: “C’è amarezza per il goal subìto a fine primo tempo, stavamo giocando bene”