L’attaccante del Chelsea Kai Havertz parla della brutta situazione in cui è precipitato il Chelsea dopo le sanzioni a Roman Abramovich.

Kai Havertz nella conferenza stampa di presentazione del match contro il Lille non ha voluto rispondere a troppe domande sulla situazione del club. “Siamo tutti dei professionisti, ma credo sia una situazione difficile per ogni dipendente del club. Noi siamo i giocatori e dobbiamo concentrarci sulle partite, non possiamo fare altro se non sperare che la società possa risolvere ogni problema“.

Champions League
Champions League

Non posso e non voglio parlarne troppo perché siamo concentrati sulle partite, per noi in questo momento contano le partite e quello che possiamo fare è giocare un buon calcio e cercare di regalare un sorriso ai tifosi in questa situazione. Come abbiamo dimostrato nel fine settimana, possiamo gestire queste pressioni. Certo che sarei pronto a pagarmi il viaggio, non è un problema. Per noi giocare è la cosa più importante e sappiamo bene che in questo momento nel mondo ci sono situazioni molto difficili da affrontare e che il problema non può essere viaggiare in pullman o in aereo“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 16-03-2022


Lo Celso: “La Juve è forte ma noi siamo campioni d’Europa e possiamo far bene”

Emery: “Ieri era una gara ricca di difficoltà ma anche grazie a un po’ di fortuna abbiamo fatto molto bene”