Il centrocampista offensivo della Lazio Mattia Zaccagni ha parlato della sua esperienza nella capitale e delle differenze tra Sarri e Juric.

Mattia Zaccagni ha presentato il match Porto-Lazio in conferenza stampa anche se si è focalizzato più sul suo rendimento. “Mi riescono tante cose in questo momento e devo continuare a lavorare per mantenere questo rendimento. L’esultanza con l’arco? Nasce dal video messo dalla Lazio quando sono arrivato. In un gol ho fatto un’esultanza simile a Verona e così è nata la cosa. Sto cercando di migliorare, trovare continuità all’interno della gara. Immobile è fondamentale, ci mancherà tanto, ma chi gioca darà il 100%. Proveremo a fare la nostra partita con il nostro calcio“.

Ciro Immobile
Ciro Immobile

A livello personale è importantissimo giocare in questa competizione. Per me deve essere ancora più importante del campionato. Dobbiamo giocare tutte le partite con lo stesso carattere visto nelle ultime sfide. I black-out della Lazio? Ci sono già capitati. Bisogna lasciarseli alle spalle e andare avanti. Juric e Sarri sono due allenatori opposti. Il primo andava uomo contro uomo, Sarri chiede un lavoro diverso. Mi sto trovando bene e darò sempre tutto. L’amore dei tifosi? Un grande onore. Il mio percorso qui è partito lento per via degli infortuni. Mi sento bene, posso dare qualcosa e sono felice dell’affetto dei tifosi”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 17-02-2022


Porto-Lazio probabili formazioni

Sarri: “In attacco senza Immobile ci arrangeremo, il Porto è molto forte”