Italia-Uruguay | Mondiali 2014 | 3-5-2 stile Juve su richiesta di Pirlo, Buffon e Chiellini

Italia-Uruguay di martedì 24 Giugno 2014 alle 18. Prandelli punterà sulla difesa a 3

ITALIA-UGURUAY: CLICCA QUI PER LE ULTIMISSIME NOTIZIE

08:20 - La Gazzetta dello Sport di oggi ha confermato le indiscrezioni riportate ieri dagli altri media. Contro l'Uruguay l'Italia di Prandelli punterà sul 3-5-2, schema che i 6 juventini convocati (Buffon, Chiellini, Bonucci, Barzagli, Pirlo e Marchisio) conoscono a menadito. Sarebbe dunque finito il tempo degli esperimenti tattici (alcuni anche eccessivi), per ripiegare sull'usato sicuro (almeno in campionato) della Juventus 'contiana'. Pare, sempre secondo la Gazzetta, che siano stati proprio i senatori azzurri Pirlo, Buffon e Chiellini a suggerire al CT di fare un passo indietro rispetto alla difesa a quattro.

La scelta è comunque figlia anche dell'infortunio di De Rossi che ha ridotto ulteriormente i margini di scelta. Nel pomeriggio italiano si svolgerà l'allenamento di rifinitura, che dovrebbe confermare le sensazioni raccolte da un po' tutti i giornalisti presenti in Brasile al seguito della nazionale.

Le notizie sugli Azzurri del 22 giugno

23:13 - Martedì prossimo contro l'Uruguay, Cesare Prandelli dovrebbe cambiare modulo alla sua Italia, puntando sul 3-5-2 d'ispirazione juventina con una sorpresa in attacco. Potrebbe infatti essere Ciro Immobile il partner offensivo di Mario Balotelli nel nuovo modulo. Nell'allenamento di oggi, il CT ha provato questa formazione: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Darmian, Verratti, Pirlo, Marchisio, De Sciglio; Immobile, Balotelli.

Balotelli e Immobile

21:00 - Un bambino ha fatto una sorta di invasione di campo durante l'allenamento degli azzurri. Leonardo Bonucci gli ha regalato la sua maglia, poi ha postato questo collage su Facebook.


18:50 - Capitan Buffon si è presentato in conferenza stampa a Natal a due giorni da Italia-Uruguay: ha parlato di Prandelli, di difesa a tre e di spogliatoio spaccato. (Leggi il servizio completo).

18:05 - Martin Caceres, difensore della Juventus, avvisa l'Italia in vista della gara con l'Uruguay: "Vi conosciamo bene" (Clicca qui per approfondire)

16:30 - Italia-Uruguay sarà diretta dal messicano Marco Rodriguez. Il 40enne fischietto ha già arbitrato Belgio-Ageria ed è alla sua terza partecipazione ad una Coppa del Mondo. Nel 2007 ha diretto la finale del Mondiale per Club tra Milan e Boca Juniors (4-2 per i rossoneri).

13:45 - Mancano due giorni alla sfida, decisiva per le sorti dell'Italia, contro l'Uruguay. Prandelli deve fare i conti con gli infortuni, in particolare preoccupano le condizioni di De Rossi. Per arginare il potenziale offensivo degli uruguayani, Suarez e Cavani fanno paura, il ct sta pensando alla difesa a tre, schierando in campo il blocco juventino con Bonucci al centro e Barzagli e Chiellini ai suoi lati. Dovrebbe rientrare De Sciglio, il milanista si prenderebbe la fascia sinistra permettendo a Darmian di tornare a destra. C'è infine l'idea Immobile, il capocannoniere della Serie A scalpita e la prova opaca di Balotelli contro il Costa Rica fa salire le sue quotazioni. Ricordiamo che per superare il turno abbiamo bisogno di non perdere, un pareggio vale dunque gli ottavi dove molto probabilmente ci attende la Colombia.

Le notizie sugli Azzurri del 21 giugno

21:15 - Il dotto Castellacci ha confermato che l'impiego di De Rossi contro l'Uruguay "è altamente improbabile". Il centrocampista della Roma ha un edema al polpaccio destro, tempi di recupero non stimabili

20:32 - Filtra pessimismo sulle condizioni di Daniele De Rossi, sottopostosi a Natal ad esami strumentali: il giocatore è uscito dalla clinica scuro in volto. A meno di miracoli, non giocherà contro l'Uruguay

20:00 - Italia preoccupata per De Rossi: il centrocampista della Roma lamenta un problema al polpaccio (Clicca qui per approfondire)

Italia-Uruguay, Mondiali 2014: tutte le notizie dal Brasile

La sconfitta contro la Costa Rica ha molto complicato il cammino dell'Italia nel Mondiale 2014. Con una vittoria gli azzurri avrebbero centrato la qualificazione per gli ottavi di finale, con ottime possibilità di chiudere al primo posto del Girone D. Purtroppo adesso gli azzurri non potranno permettersi il lusso di perdere contro l'Uruguay nell'ultima partita del girone, in programma martedì prossimo a Natal nell'Arena das Dunas. Con un pareggio l'Italia sarebbe certa di qualificarsi agli ottavi grazie alla differenza reti 'zero' contro il -1 dei sudamericani.

Il primo posto è diventato invece una chimera e per centrarlo sarebbe necessario vincere contro gli uruguayani, sperando anche in una vittoria (inutile) dell'Inghilterra già eliminata contro la Costa Rica. Oltretutto l'Italia dovrebbe anche recuperare 3 gol di differenza reti ai centroamericani, il che rende l'ipotesi primo posto praticamente impossibile. Molto probabilmente, quindi, Italia ed Uruguay si contenderanno solo il secondo posto del girone per andare ad affrontare negli ottavi la Colombia, prima nel Gruppo C e praticamente certa anche del primo posto.

Italia-Uruguay, tutte le notizie

Contro l'Uruguay non sarà per nulla facile, soprattutto adesso che Tabarez ha finalmente recuperato Luis Suaraz. L'attaccante del Liverpool è riuscito subito ad incidere nel match dalla sua nazionale contro l'Inghilterra al rientro dall'infortunio, vinto 2-1 proprio grazie ad una sua doppietta. A parte Suarez e Cavani, due bomber fenomenali che non possiamo che invidiare alla Celeste, l'Uruguay ha parecchi punti deboli in difesa e a centrocampo. La retroguardia è sorretta dallo juventino Caceres e dal colchoneros Godin, che però non trovano grande sostegno dagli altri compagni di reparto, decisamente non alla loro altezza.

Contro l'Italia dovrebbe rientrare anche il capitano Diego Lugano, fuori per infortunio contro l'Inghilterra, autore di una pessima prestazione contro la Costa Rica. A preoccupare Prandelli, invece, ci sono le condizioni di Daniele De Rossi, che ha riportato una ferita al polpaccio nel match di ieri contro la Costa Rica e pare non ci siano i margini per far riassorbire l'ematoma in appena 3 giorni. Al suo posto potrebbe giocare Thiago Motta, abbastanza deludente contro la Costa Rica, ma almeno al momento è difficile fare previsioni, anche perché pare che Prandelli stia finalmente prendendo in considerazione l'idea di giocare con la difesa a 3 puntando su Barzagli, Bonucci e Chiellini.

Nel match contro i sudamericani dovrebbe invece rientrare Mattia De Sciglio, che potrebbe occupare la fascia sinistra consentendo a Darmian di spostarsi nuovamente su quella destra dove, contro l'Inghilterra, è parso a tratti inarrestabile.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail