Suarez, per chi sarà il primo morso in Liga? In Spagna si scommette

In Spagna sono partite le scommesse: chi sarà il primo giocatore a finire “sotto i denti” di Luis Suarez, attaccante uruguayano acquistato dal Barcellona

Il Barcellona ha acquistato per circa 80 milioni Luis Suarez dal Liverpool, ma non potrà utilizzarlo prima di ottobre, per via della squalifica rimediata ai Mondiali dopo il morso rifilato al difensore della Juventus e della nazionale italiana, Giorgio Chiellini. Addirittura, la Fifa è arrivata a vietare la presentazione ufficiale del giocatore, inizialmente prevista proprio per oggi al Camp Nou di Barcellona: Suarez non potrà prendere parte per quattro mesi a nessuna manifestazione ufficiale, nemmeno le conferenze stampa. Intanto, quella che inizialmente sembrava essere solo una battuta, si è trasformata in un’opzione contemplata dai bookmakers iberici: dopo aver morso un avversario in Olanda, in Premier League e ad un Mondiale, chi sarà in Liga la prossima vittima di Suarez?

Il Barcellona si è cautelato inserendo nel contratto dell’uruguagio una clausola anti-morso: dopo Otman Bakkal, Banislav Ivanovic e Giorgio Chiellini, qualora l’uruguayano dovesse ripetersi, il suo stipendio sarà drasticamente ridotto. Non è escluso che siano disposte delle sedute con uno specialista affinché si comprenda da dove derivi la natura di questa ‘mania’ di Suarez, ma intanto in Spagna è partita un’apposita scommessa, lanciata dall’agenzia Luckia: “Cual serà el proximo jugador al que muerda Luis Suarez?”, ossia “Chi sarà il primo giocatore che subirà un morso da Luis Suarez?”.

La lista dei ‘candidati’ è attualmente composta da 10 elementi, scelti tra le due squadre di Madrid: tra le fila del Real Madrid, le vittime più probabili potrebbero essere Sergio Ramos, Pepe, Xabi Alonso, Coentrao, Gareth Bale e Cristiano Ronaldo, ma questi ultimi due sono quotati addirittura a 51. Tra le fila dell’Atletico, “rischiano grosso” Gabi, Miranda, Mandzukic e il connazionale di Suarez, Diego Godin. I primi tre sono pagati a 36, mentre Godin paga 26 volte la posta. Non prevista, almeno al momento, l’opzione di morso ad un compagno di squadra in allenamento.