Rassegna stampa 12 settembre 2014: prime pagine Gazzetta, Corriere e Tuttosport

Ecco come aprono oggi i quotidiani sportivi

La Gazzetta dello Sport titola “Il bello dei debuttanti” con riferimento ai vari Torres, Evra, Richards e Saviola che debutteranno in Serie A nella seconda giornata. Centralmente la bocciatura di Balotelli da parte di Crespo, mentre nel taglio alto si legge la precisazione di Tevez, che si dice pronto a scendere in campo contro l’Udinese. Più in basso le strategie dell’Inter per fermare lo sbarbato Zaza del Sassuolo, mentre Thohir promette la realizzazione dello stadio e definisce Kovacic incedibile. In chiusura le dichiarazioni di Sabatini anche sulla cessione di Benatia e l’attacco di Mourinho a Guardiola: “Non gli piace il calcio e allora perde i capelli”.

Il Corriere dello Sport titola “Cambia tutto” e presenta in 4 punti la riforma di Tavecchio: Serie A a 18 squadre, Serie B a 20 ma in due stagioni, rose di 25 giocatori con 8 del vivaio, Michele Uva direttore generale. Nel taglio alto le parole di Tevez e di Sabatini, mentre nella spalla si legge del debutto di Torres nel Milan e del piano di Conte per riportare Balotelli in Nazionale. Nel taglio basso l’anticipo di Serie B: Pescara-Bologna vale la Serie A.

Tuttosport apre con le dichiarazioni di Tevez che annuncia l’assenza di lesione muscolare, anche se società e Allegri frenano rispetto all’impiego dal primo minuto contro l’Udinese. Nel taglio alto lo stop di El Shaarawy per un problema alla caviglia. Nella spalla si legge che per l’impegno europeo del Torino a Bruges sono stati polverizzati 1000 biglietti. Quindi l’exploit di Parigini che gode a Perugia e sogna il Torino. Centralmente le bordate di Sabatini a Benatia e Lotito. Nel taglio basso il menefreghismo dei De Laurentiis per il malessere dei tifosi napoletani e love story di Schweinsteiger e Ana.