Antonio Conte

Il giornalista di Tuttosport Massimo Franchi ha tessuto le lodi di Antonio Conte.

Massimo Franchi a Radio Punto Nuovo ha criticato il Milan per la scelta di affidare la panchina a Paulo Fonseca.“Antonio Conte e il Napoli avranno un feeling straordinario. Antonio ha subito fatto come Mourinho: si è subito calato nei dialettismi napoletani e da uomo del sud ha grande affinità con gli azzurri. Lo conosco dai tempi del calciatore, che ha fatto meglio da allenatore che da capitano della Juve. È il Mourinho italiano, è il contrario di Pirlo: uno dei più grandi centrocampisti del dopoguerra, ma che ora farebbe meglio a lanciarsi in un altro lavoro visto che come allenatore è un disastro. Conte è un martello, che si è tradito solo in pochissimi casi. Penso al rigore di Pellé nel 2016 contro la Germania”.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic

La bordata

“Sarebbe stato perfetto per il Milan, che ha un blasone immenso nel mondo e lo dico con tutto il rispetto verso il Napoli. Ibrahimovic lo ha definito non adatto al Milan e poi hanno preso Fonseca… Conte è una Maserati, mentre Fonseca è una Fiat Panda. De Laurentiis ha preso un allenatore crack, solo Klopp e Zidane sono alla sua altezza nel mercato attuale”.

La certezza

“Conte mi aveva confessato qualche mese fa di avere una grande voglia di tornare ad allenare in Italia. Secondo me sperava nella chiamata della Juventus dopo Allegri, ma ora al Napoli proverà a vincere sin da subito. Antonio è gobbo al 100% e juventino nato, ma quando affronterà la ‘Vecchia Signora’ proverà a vincere 10 a 0! È un martello che riesce a far rendere chiunque oltre il proprio potenziale”.

L’articolo Franchi: “Conte sarebbe stato perfetto per il Milan, è una Maserati mentre Ibrahimovic ha preso una Panda” proviene da Notizie Milan.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 17-06-2024


Ravezzani: “Credo che Ibra non abbia propriamente scaldato i tifosi, il Milan voleva un allenatore aziendalista”

Milan, accordo con Emerson Royal: affare da 20 milioni, giorni decisivi