Rassegna stampa 13 maggio 2014: prime pagine di Gazzetta, Corriere e Tuttosport

Ecco come aprono oggi, 13 maggio 2014, i giornali sportivi

La Gazzetta dello Sport titola “Milan-Spalletti, si stringe” e spiega che Galliani ha avuto un contatto con il tecnico italiano lo scorso weekend, ma si attendono sempre le mosse dello Zenit. Intanto per le banane lanciate a Constant curva chiusa e super multa all’Atalanta. Nel taglio alto la stangata a Chiellini per la gomitata a Pjanic rifilata durante Roma-Juve, ma Prandelli lo perdona e lo porta ai Mondiali. Nella spalla la convocazione di Rossi nella lista dei 30 che saranno chiamati in vista del Brasile; quindi la partita a scacchi tra la Juventus e Conte, mentre Montella annuncia: “Resto alla Fiorentina fino a prova contraria”. Nel taglio basso c’è spazio anche per lo show di Totti e Mancini al Foro Italico.

Il Corriere dello Sport titola “Chiellini: 3 giornate, ma va ai mondiali” e segnala come la Juve abbia annunciato il ricorso contro la squalifica del difensore. Nel taglio alto il clamoroso giallo in merito all’interesse del Milan per Conte, mentre Montella espone i dubbi riguardo alla sua permanenza a Firenze. Centralmente la mancata sanzione dei cori razzisti pronunciati dai tifosi della Roma e le accuse di Spinelli per il finale di campionato e in particolare per la partita tra Genoa e Sassuolo. In chiusura la festa della Lazio all’Olimpico in omaggio allo scudetto dal 1974 e lo show con racchette in mano di Totti e Mancini.

Tuttosport apre con il valzer degli allenatori: Mihajlovic in orbita Juve, Montella o Donadoni verso il Milan, Allegri tra Firenze e Parma, Conte tentato dal Milan, Spalletti troppo esoso. Nel taglio alto l’appello dei tifosi granata a Ciro Immobile; nel taglio basso i big richiesti da Mazzarri e la convocazione di Rossi nei 30 dei Mondiali.